Come i social media possono aiutare a scrivere relazioni

From italiano.learn2teach.eu
Jump to: navigation, search

Contents

Cosa

In questa sezione rifletteremo su:

  • Come il social web sta cambiando il modo in cui le relazioni vengono scritte.
  • Come utilizzare Google Drive per la scrittura collaborativa.
  • Come lavorare sulla rapidità delle informazioni e delle ricerche dei vostri studenti.

Perché

Se leggete le norme ISTE per gli studenti, si noterà subito che la collaborazione, la rapidità della ricerca e la creatività sono ai primi posti sulla tabella delle competenze digitali. Il social web vi aiuterà a raggiungere questi obiettivi.

Come

Google Drive è un buon esempio di come il social web sta cambiando la stesura delle relazioni. Se si voleva lavorare insieme su un documento una decina di anni fa, si doveva inviare agli altri allegati di posta elettronica e questo ha causato il moltiplicarsi incontrollato di documenti nel giro di poche settimane si perdevano le tracce di quella che era l'ultima versione della relazione su cui si stava lavorando. Poiché Google Drive è basato su cloud, tutto ciò appartiene al passato. Ora c’è una copia dal vivo su cui tutti possono lavorare. In Google Drive si può utilizzare Google Docs per creare documenti, fogli di calcolo, forme e presentazioni o caricare documenti esistenti già creati da qualche altra parte. Si ha solo bisogno di un account Google per utilizzare Google Drive.

E 'molto facile invitare le persone a lavorare con voi su un documento, e se siete il proprietario si possono decidere i livelli di accesso. È possibile lavorare insieme in tempo reale (subito nel documento o tramite la funzione di chat) o si può lavorare con i commenti per consentire il feedback da parte dell'insegnante o i coetanei. Date un'occhiata al tutorial da GCFLearnFree.org per una rapida panoramica su come condividere e collaborare in Google Drive.

Condivisione e collaborazione

Se non siete familiari con Google Drive, dovreste consultare la sezione risorse qui sotto per i tutorial di Alex Anson sull’uso di Google Drive che sono molto chiari e informativi. Guardandoli vi trasformerete da novizio a specialista entro 1,5 ore.

Poiché il nostro argomento principale è la scrittura di relazioni, diamo un'occhiata ad una delle caratteristiche meno note di Google Drive: lo strumento di ricerca integrato. È possibile accedere a questo strumento facendo clic sulla scheda Strumenti e scegliendo ricerca. Questo apre un pannello sul lato destro che permette ai vostri studenti di cercare (copyright gratis) immagini, citazioni e informazioni sia dal motore di ricerca Google sia da Google Scholar. Uno dei grandi vantaggi di lavorare con lo strumento di ricerca è che si genera automaticamente una nota con un riferimento alla fonte quando viene inserita un’informazione. Quindi, se uno studente decide di utilizzare una certa citazione, la fonte di quella citazione sul web diventa visibile in una nota. Questo crea consapevolezza per contrastare il plagio sottolineando,inoltre, l'importanza di citare sempre le fonti. Date un'occhiata a questa breve introduzione fatta dai ragazzi su Google Gooru.

Strumento di ricerca Google Docs

Google Drive è corredato di un dizionario incorporato (attualmente 12 lingue), il controllo ortografico e il conteggio delle parole. Lo strumento di revisione permette agli studenti di vedere quali cambiamenti sono stati fatti e, se necessario, ripristinare la versione precedente.

Per aiutare gli studenti nella rapidità di ricerca delle informazioni si potrebbe anche mostrare loro 4 tutorial interattivi dal Vaughan Memorial Library presso l’ Acadia University. Il primo è chiamato 'Credible sources count' e insegna agli studenti come valutare la validità delle informazioni on-line. Potete trovare i link in 'Research it Right', 'Searching with Success' e 'You Quote it, You Note it” tra i tutorial nella sezione risorse.

Le opportunità per utilizzare questi strumenti in una classe (digitale) sono piuttosto ampie. Se siete d'accordo che la collaborazione, la ricerca e la valutazione delle informazioni sono competenze chiave, vi saranno chiari i benefici arrecati dal social web alla scrittura di relazioni. Utilizzando la scrittura collaborativa e gli strumenti di ricerca è possibile dimostrare agli studenti che le diverse competenze svolgono un ruolo importante nella ricerca e nella scrittura di una relazione. E’ inoltre possibile creare consapevolezza sul perché scegliere immagini gratuite e così via. Naturalmente, dovrete ancora motivare gli studenti a creare un lavoro originale poiché il susseguirsi di citazioni, definizioni e informazioni direttamente tratte dal web, non sono sufficienti a personalizzare una relazione anche se le fonti sono citate correttamente. E non dimenticate di mostrare loro che ci sono fonti esterne di Google come Wolfram Alpha, Oolone, Instagrok.

Se volete dare un'occhiata a un esempio concreto, leggete questo articolo dal sito Taccle2

Provate

E 'molto comodo fare la propria ricerca su Google Drive, ma potrebbe essere una buona idea utilizzare altre applicazioni del social web, mentre si lavora alla relazione. Collaboratori possono postare domande che costituiranno la base della struttura della relazione su Padlet. Pensate Padlet come un foglio di carta on-line dove le persone possono mettere il contenuto in qualsiasi punto della pagina, insieme con chiunque, da qualsiasi dispositivo.

Un sondaggio online potrebbe incoraggiare tutti i contribuenti a 'dire la loro' e proporre le proprie idee ad esempio "Quali pensi che siano i risultati più significativi?" Questi strumenti incoraggeranno gli studenti ad ampliare il tema della relazione e li aiuterà a discutere sull'argomento prima di scrivere la relazione finale.

Se volete che i vostri studenti diventino ricercatori migliori, fate creare loro il proprio motore di ricerca Google personalizzato. Un CSE darà l'opportunità di restringere il numero di pagine web da cui i risultati della ricerca provengono. Se gli studenti riescono a creare un Google CSE con fonti valide, essi sono sulla buona strada per diventare grandi ricercatori. Richard Byrne da Free Technology for Teachers vi mostra come fare in questo tutorial. Un CSE può anche essere creato dall'insegnante per aiutare gli studenti con poca o nessuna esperienza nella ricerca on-line. Un'altra opzione utilizza siti come iPL2 o Sweet Search dove i bibliotecari e gli esperti di ricerca hanno già fatto un notevole lavoro di selezione per voi.

Risorse

Sul sito AnsonAlex si possono trovare tutti i tutorial di Google Drive insieme su una pagina oppure è possibile guardare su YouTube:

Un altro modo per diventare uno specialista di Google Drive è andando alla fonte: le pagine della Guida di Google Drive: Google Drive Help pages

Tutorial interattivi del Memorial Library Vaughan sulle competenze di ricerca:

Per ulteriore ispirazione su come utilizzare Google Drive in classe, date un'occhiata alla sezione di Google Google Docs section su 'Cool Tools for 21st Century Learners' blog di Susan Oxnevad
Microsoft ha la propria soluzione basata su cloud con l'integrazione office: Skydrive. Sappiate che avrete anche bisogno di un account e che ci sono poche possibilità di ricerca e di collegamento ad applicazioni di terze parti.

Personal tools